Cose Nostre – Malavita

C’è Robert De Niro che interpreta un criminale che guarda Robert De Niro che interpreta un altro criminale. C’è Dianna Agron con il suo bel visino angelico, che questa volta non canta Don’t stop believin’, ma prende a racchettate gli spasimanti. C’è Luc Besson alla regia che cita le regie del produttore Martin Scorsese e qualche altra manciata di film, e capita quindi di vedere ad esempio una scena al rallentatore di gangster armati che scendono dal treno sulle note di Clint Eastwood, che è il titolo della canzone dei Gorillaz, ma forse anche il citato, seppure l’arrivo mi rammenti più il leoniano C’era una volta il west.

Sembra una gran confusione, ma non è così. Delle recenti opere di Besson, questa è forse la meglio riuscita, un po’ black comedy, sfumata nel noir, ma con qualche spostamento di focus sull’high school. Dai toni indubbiamente surreali, il film diverte e intrattiene.

Un pensiero su “Cose Nostre – Malavita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *