L’uomo che fissa le capre

Un giornalista interpretato da Ewan McGregor scopre dell’esistenza di una task force americana composta da uomini in grado di realizzare cose incredibili solo con l’uso della psiche. L’uomo che fissa le capre di Grant Heslov non è parodia né opera satirica, semplicemente si limita con successo a fare il verso. In questo modo, emulando ed esagerando, sottolinea e pone in evidenza con una risata gli aspetti ridicoli dell’esercito americano, delle forze militari speciali e anche di una certa idea di super soldato americano.

La comicità è quindi spesso demenziale e assurda, supportata da una buona sceneggiatura e da un grande cast che comprende George Clooney Kevin Spacey Jeff Bridges e lo stesso McGregor.

Il film non scende tuttavia più in profondità o nell’incisività, dando spunti per particolari suggestioni o riflessioni: fino alla fine si limita, probabilmente per sua stessa volontà, a scimmiottare, canzonare, proprio com’è tipico di chi fa il verso a qualcuno.