Synapse – Pericolo in rete

Synapse è un eccezionale strumento in grado di trasmettere istantaneamente messaggi di testo, video e foto ovunque nel mondo. Visto 20 anni dopo, Synapse – Pericolo in rete è in poche parole Whatsapp. Inevitabile fare di tutto per portare a termine un progetto del genere.

Una serie di codici scorrono sullo schermo, “wow ma chi ti ha dato questa sequenza?”, le dita battono sulla tastiera, “show hidden files”, pum!, compaiono documenti super segreti. Bisogna fare qualcosaaaa!

Scusate, ma il film è questo, perché questo è il suo più grande difetto: la sceneggiatura. Nulla viene spiegato, poco è comprensibile, ma sempre troppo facile. A volte anche i cambi di sequenza disorientano più che sorprendere, abbandonandoci come un cagnolino in tangenziale (non abbandonateli, delinquenti!).

Peccato perché le idee si scorgono tra un pixel e l’altro! Pure dei colpi di scena, personaggi ambigui, doppiogiochisti, cattivi che diventano buoni e buoni che si rivelano cattivi per poi ripensarci e tornare buoni.

Il materiale per divertirsi c’è, però… però.