Thelma & Louise

Dubbi in merito a chi affidare la regia, cambi e molte ipotesi in merito alle protagoniste, problemi di produzione… la storia scritta da Callie Khouri ha avuto numerosi ostacoli ancor prima di essere messa in scena, fino a che, finalmente, Ridley Scott divenne il regista e l’avventura on the road di Thelma & Louise uscì sotto il sole sole rovente e di fronte alla luce delle cineprese, a bordo della Ford Thunderbird.

Scott riesce a conservare la potenza e il messaggio profondo della vicenda, confezionando il tutto con grande stile, scene vibranti ed evocative, una splendida fotografia e delle musiche emotivamente potenti di Hans Zimmer.

Thelma & Louise rappresenta la violenza fisica e morale sulle donne, e racconta di due donne che decidono di ribellarsi in una società violenta, la nostra, affrontando l’uomo e accettando fino in fondo la responsabilità derivante dalle proprie personali scelte, divenendo simbolo di emancipazione.

Le due donne sembrano travolte da situazioni ed eventi, ma questi ultimi le cambiano, le portano a reagire, a decidere di non tornare più indietro. Sono proprio gli ultimi atti del film, quando esse iniziano ad acquisire consapevolezza e sicurezza, ad emozionare di più, sorprendere e procedere con ritmo fino a un finale potente, che è rimasto impresso nell’immaginario collettivo.

Thelma e Louise sono tra le prime protagoniste di un film esclusivamente femminili e potrebbero simbolizzare molte donne, anche oggi. Per questo il film è ancora vivo e fervido nella nostra cultura e perfino nel linguaggio.