Tutti i premiati dei Golden Globe 2016

Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills, vanno in scena i Golden Globe 2016, alla loro 73ª edizione e qualche piccolo colpo di scena ce lo concedono.

Il primo è senza dubbio la premiazione di Sopravvissuto – The martian come miglior film commedia o musicale. Non perché stupisca la vittoria, ma perché se The martian è una commedia, allora io sono Babbo Natale e l’orsacchiotto che avete chiesto a 3 anni ve l’ho portato io, scordandomi poi l’avvenimento a causa di una botta in testa contro il camino.

All’origine di tutto è la divisione bipartitica che i Golden Globe fanno tra film commedia e drammatico, raddoppiando i premiati e forzando alcune candidature. Tra le commedia figura, ad esempio, anche Joy, film autobiografico su Joy Mangano. Nascono dunque spontanei alcuni dubbi sulle motivazioni e pressioni che stanno dietro alle candidature e le scelte che vengono poi effettuate.

Ecco comunque tutti i vincitori:

  • Miglior film drammatico: Revenant.
  • Miglior film commedia o musicale: Sopravvissuto – The martian.
  • Miglior regista: Alejandro González Iñárritu (Revenant).
  • Miglior attore protagonista film drammatico: Leonardo DiCaprio (Revenant).
  • Miglior attrice protagonista film drammatico: Brie Larson (Room).
  • Miglior attore protagonista film commedia o musicale: Matt Damon (Sopravvissuto – The martian).
  • Miglior attrice protagonista film commedia o musicale: Jennifer Lawrence (Joy).
 ©Collider.com ©NewRegencyProductions, RatPacEntertainment ©20thCenturyFox

Leonardo DiCaprio in Revenant. ©Collider.com ©NewRegencyProductions, RatPacEntertainment ©20thCenturyFox

Un testa a testa dunque, nei premi principali, tra Revenant e The martian, con il primo che si accaparra un premio in più, quello alla regia che Iñárritu vince davanti a Ridley Scott, Todd Haynes, Tom McCarthy e George Miller. Nessun premio invece per l’acclamatissimo dal pubblico Mad Max: Fury road e per Carol, lodato invece dalla critica.

  • Miglior film d’animazione: Inside Out.
  • Miglior film straniero: Il figlio di Saul (Ungheria).
  • Miglior attore non protagonista: Sylvester Stallone (Creed – Nato per combattere).
  • Miglior attrice non protagonista: Kate Winslet (Steve Jobs).
  • Miglior sceneggiatura: Aaron Sorkin – (Steve Jobs).
  • Miglior colonna sonora originale: Ennio Morricone (The hateful eight).
  • Miglior canzone originale: Writing’s on the wall – Sam Smith e Jimmy Napes (Spectre).
Sylvester Stallone durante il discorso di ringraziamenti. ©TheVerge.com

Sylvester Stallone durante il discorso di ringraziamenti. ©TheVerge.com

Premio per Stallone che è tornato a indossare i guantoni di Rocky Balboa, nello spin-off della saga, dove l’ex pugile diventa coach. Orgoglio italiano invece con il solito intramontabile Morricone, che regala un premio all’attesissimo film di Tarantino, che era in lizza anche come miglior sceneggiatura, andato a Steve Jobs, film premiato due volte. Poco sorprendente invece la vittoria di Inside Out.

Ma dopo il cinema tocca alle serie tv ed eccoci allora al secondo colpo di scena. Lascio parlare alle immagini e a voi lettori cedo l’onore e l’onere del commento, limitandomi alla cronaca. Lady Gaga viene premiata e, nella camminata verso il palco, urta Leonardo di Caprio, che reagisce in modo buffo.

Golden Globe 2016

Cosa è successo tra Leonardo DiCaprio e Lady Gaga?

View Results

Loading ... Loading ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *