• il libro della vita
    2014,  Fantasticare,  Innamorarsi

    Il libro della vita

    Prima de Il libro della vita, non s’è mai visto un film d’animazione parlare della morte con tale leggiadria (ma non leggerezza), sfiorando solo per pochi attimi la malinconia, distraendo subito con una risata. Dall’incontro tra la cultura messicana e l’epica classica, con una scommessa tra Dei, scaturisce una storia d’amore e d’avventura. Seppure intagliati nel legno, come marionette in mani altrui, i protagonisti hanno una morbidezza espressiva verso la quale è impossibile non simpatizzare e si muovono nella ben architettata storia come gli arzigogoli disegnati sul loro volto e sui loro vestiti. Dalla rappresentazione all’intreccio, bene, benissimo, signor Jorge Gutierrez.

  • 2014,  Diventare eroi

    Hercules – Il Guerriero

    La seconda pellicola dell’anno dedicata al semidio greco è sicuramente migliore dell’altra, Hercules – La leggenda ha inizio, precedente di qualche mese, con un Dwayne Johnson più credibile del fotomodello Kellan Lutz. A favore di questo film va sicuramente l’interpretazione dell’eroe, dibattuto e controverso, costruendo ombre dietro il mito e dubbi sulla natura divina, che, così come le sue gesta, sono frutto dei racconti iperbolici del nipote. Nonostante ciò il regista non ci priva di alcune immagini spettacolari e tanti furiosi combattimenti. Godibile.

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers