American Ultra

6 anni dopo Adventureland, Jesse Eisenberg e Kristen Stewart sono di nuovo insieme in un film. A riunirli è American Ultra, diretto da Nima Nourizadeh e scritto da Max Landis, figlio del grande John.

Il film è un ibrido tra un film d’azione e una commedia, ma sfacciatamente violento e sanguinoso. Insomma è un po’ come se Rambo fosse stato un teenager un po’ troppo fatto.

Mike infatti è un ragazzo insicuro che si scopre essere un super agente del governo. Il tema è quello della rivincita degli esclusi, degli sfigati a dirla con il termine con cui i più giovani, a cui è chiaramente rivolto il film, definirebbero il protagonista.

L’ironia a tratti c’è ma il film sembra perdersi dal momento in cui Mike scopre le sue capacità e la sua identità. È proprio lo script a deludere, perdendo via via di mordente e originalità, sfociando in una libertina violenza e in un finale da anti climax. Ottimo invece il comparto visivo.