• gremlins
    1984,  Avventurarsi,  Spaventarsi

    Gremlins

    Gli elettrodomestici fanno un rumore strano? Sentite degli strani versi provenire da dietro le pareti? Meglio che vi affrettiate ad accendere la luce! Alla storia ci pensa Chris Columbus, alla produzione Spielberg, alla regia Joe Dante. Ciò che ne esce è qualcosa di particolarissimo, che probabilmente è anche ciò che più avvalora Gremlins. Non s’era mai visto nulla di così strano, a tratti inquietante, quasi da sembrare un horror, per poi ritrovarsi in alcune scene in una sorta di commedia natalizia ambientata in un’allegra cittadina americana. Dal gusto cinefilo, con le sue mille citazioni, lo humour nero, e dissacrante verso il Natale, Gremlins è una favola natalizia non convenzionale, dove i protagonisti…

  • il ragazzo invisibile
    2014,  Diventare eroi

    Il ragazzo invisibile

    I supereroi, infine, ce l’hanno fatta e sono entrati anche nel cinema italiano, un cinema caratterizzato da un panorama non particolarmente eterogeneo nei generi. Lo hanno fatto tuttavia in punta di piedi, senza combattimenti marziani, ma con la sensibilità di un ragazzo. Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores è l’incarnazione supereroistica di una fase dell’adolescenza, del desiderio di sfuggire ai bulli, ma al contempo di farsi notare da una ragazza e di sopperire alla mancanza del padre. Per questo, l’invisibilità è concetto pregno di significati. Tra esplicite citazioni e un’apprezzabile attenzione alla musica, Il ragazzo invisibile, nonostante alcune imprecisioni, le poche palpitazioni e una recitazione forse non troppo professionale, direi televisiva, è…

  • 2013,  Cinematerapia: una pillola per

    Cose Nostre – Malavita

    C’è Robert De Niro che interpreta un criminale che guarda Robert De Niro che interpreta un altro criminale. C’è Dianna Agron con il suo bel visino angelico, che questa volta non canta Don’t stop believin’, ma prende a racchettate gli spasimanti. C’è Luc Besson alla regia che cita le regie del produttore Martin Scorsese e qualche altra manciata di film, e capita quindi di vedere ad esempio una scena al rallentatore di gangster armati che scendono dal treno sulle note di Clint Eastwood, che è il titolo della canzone dei Gorillaz, ma forse anche il citato, seppure l’arrivo mi rammenti più il leoniano C’era una volta il west. Sembra una gran confusione, ma…

  • 1975,  Cantare,  Cinefili

    Rocky Horror Picture Show

    Un musical venato di horror, sfumato nella commedia e ammiccante ai b-movie, dal teatro attraverso il cinema, si estrinseca in un cult che dovrebbe essere visto. Sconcertante e rivoluzionario nel 1975, è ancor oggi irriverentemente attuale e fastidiosamente trasgressivo. Gli ideali del post 68 si esplicitano qui in una allegoria, una parata anticonvenzionale, interrogativa sul concetto di normalità, ostile al perbenismo, in un tripudio di omosessualità, travestitismo, bisessualità, violenza. Semiotica e citazioni, per omaggiare e irridere, dall’antenna RKO al castello di Dracula, dall’ispiratore Frankenstein allo sguardo al dottor Stranamore di Kubrick, disseminando il tutto d’arte, con la Gioconda, il David, il Discobolo, la Venere di Milo e la Creazione di Michelangelo sul…

  • Goool!
    2013,  Tornare bimbi

    Goool!

    Goool! Gli omini del biliardino, ispirandosi ai cugini di Toy Story, prendono vita e danno vita a un film d’animazione che, visti i tempi che sta passando il calcio, dovrebbe insegnare qualcosa a più di qualcuno. Il cosa sarebbe pedissequo ribadirlo. Il confronto tra il film argentino/spagnolo di Juan José Campanella e i colossi americani fatica a reggere, ma di sicuro non sfigura, tanto meno nella grafica. In realtà di calcio non ce n’è moltissimo, se non per la partita finale, ma c’è molta avventura, rivolta soprattutto ai ragazzi più giovani. Gustosissime le citazioni cinematografiche sparse per il film, forse i momenti più divertenti e interessanti. Tra tutte: Apocalypse Now con la…

  • Pirati! Briganti da strapazzo
    2012,  Ridere

    Pirati! Briganti da strapazzo

    Pirati, scienziati, animali estinti e personaggi storici. Sapevate che esiste il premio per il pirata dell’anno? E che Charles Darwin è innamorato della regina Vittoria? L’umorismo, davvero sottile e intelligente, si abbina all’avventura, intrapresa da personaggi ben caratterizzati e spassosi. Citazioni e stereotipi, ma anche tecnologia e artigianato. Stop motion, CGI e pupazzi, per i quali ad esempio sono state create ben 6818 bocche. Riconoscerete subito, visivamente, che si tratta dei creatori di Galline in Fuga, Wallace & Gromit e Giù per il Tubo. Beh, se vi erano piaciuti questi film, guardatevi questo, perché è ancora meglio. E poi ci sono i pirati. Numero 2, Capitan Pirata, Re pirata, Pirata…

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers