• pennuti spennati
    2000,  Fantasticare,  Tornare bimbi

    Pennuti spennati

    Pennuti spennati è il corto Pixar che precede Monsters & Co. e arriva 3 anni dopo Il gioco di Geri, spostando il focus dall’uomo a degli uccellini posati su un filo, ma solo visivamente, mentre a uno strato più profondo lascia un monito, una piccola morale, proprio sugli uomini. Si parla in particolare di discriminazione, del rifiuto di chi è diverso, della sua difficile accettazione, che può anche sfociare nell’ostilità, fino al finale, ovvero la punizione, l’evento che va a costituire l’insegnamento. I pennuti perdono le piume e dunque smettono di essere pennuti. Allo stesso modo certi comportamenti dell’uomo, fanno sì che esso non sia più tale.

  • 2014,  Avventurarsi,  Cinematerapia: una pillola per

    Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie

    Tra soluzioni registiche interessanti, vedesi quella del carro armato, e altre visivamente spettacolari, questa rivoluzione scimmiesca evidenzia le capacità del regista, ma anche la purezza dell’intrattenimento, con scene d’azione suggestive e delle idee di fondo chiare ma mai didascaliche. Non prendiamo parte a nessuna delle fazioni, ma agli individui. I rimandi razziali e discriminatori sono evidenti e ogni società, più o meno evoluta, fatica ad accettare l’altro, a perdonare. Quasi inutile sottolineare l’eccezionalità della computer grafica. Di dovere invece una parola su Koba, davvero un super cattivo, all’altezza dei più temibili che siano passati nei cinema negli ultimi anni.

  • The Butler
    2013,  Riflettere

    The butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca

    Una narrazione che non ha bisogno di orpelli o manierismi, avendo già in sé la semplice potenza di una storia vera. Un viaggio nella storia americana, con il focus sulla lotta per i diritti civili e la discriminazione razziale, che si amalgama ad un complicato rapporto tra padre e figlio. La storia di un uomo che cerca di non essere visto e che invece diviene una figura centrale dell’affresco. Talvolta didattico, ma mai noioso. Grandi attori. Forest Whitaker straordinario.

Floating Social Media Icons by Acurax Wordpress Designers