• Tutti i morti nei film di Quentin Tarantino
    Controindicazioni

    Tutti i morti nei film di Quentin Tarantino

    Tutti noi fan di Quentin Tarantino conosciamo e riconosciamo nei suoi film una buona dose di violenza come caratteristica ricorrente. Armi, uccisioni e sangue, per un numero di personaggi morti non certo esiguo. Sì, ma quanti? La rivista americana Vanity Fair ha deciso dunque di ovviare a questa esistenziale domanda, creando un’infografica che tiene il conto di tutti i morti nei film di Quentin Tarantino e in quale modi essi sono stati spediti all’altro mondo. Il conteggio parte da Reservoir dogs – Le iene, escludendo naturalmente la sua opera prima, My best friend’s birthday, reperibile solo parzialmente, fino a Django Unchained, in attesa del prossimo all’uscita The hateful eight. Il conteggio totale…

  • Django Unchained
    2012,  Almeno una volta nella vita,  Il caricatore

    Django Unchained

    Fantastico. Arte che intrattiene, intrattenimento artistico. Se siete innamorati del cinema, guardare Django Unchained di Quentin Tarantino è come far l’amore con una delle sue più belle figlie. Dialoghi epifanici, gustosi dettagli anacronistici, musica incisiva, sceneggiatura magistrale, interpretazioni alte, citazioni colte. Regia, narrazione, fotografia. Un film di godibile perfezione, come se ne vedono troppo pochi in troppo tempo. L’unico, super-virgolettato difetto, drammaturgicamente parlando, è un doppio finale, che però diventa solo una scusa in più per godersi ancora un po’ di Django.

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency