I delitti del BarLume – Perché guardarli?

I delitti del BarLume

Prima di dirvi perché guardare I delitti del BarLume ci tocca dirvi cosa sono. Ne faremmo volentieri a meno, infatti è la parte più noiosa dell’articolo, ma quel briciolo di professionalità che ci rimane ci impone di farlo.

Si tratta di una serie di film prodotti da Sky Cinema prodotta dal 2012 e in onda con il primo episodio, Il re dei giochi, nel 2013. Come in Miss Marple, Don Matteo, Provaci ancora prof!La signora del West e circa il 90% dei film investigativi, a risolvere i casi non è la polizia, ma qualcun altro: in questo caso il Viviani, barista di Pineta.

i delitti del barlume

©Palomar per Sky Cinema

I delitti del BarLume – Libro

Gli episodi de I delitti del BarLume sono in larga parte tratti da romanzi o racconti di Marco Malvaldi, scrittore italiano nato a Pisa.

I delitti del BarLume – Cast

Potreste anche andare a guardarvi Wikipedia, come tutte le persone normali, ma visto che siete qui e noi siamo generosi all’inverosimile, faremo un copia incolla degli attori principali e quelli che ci stanno più simpatici.

Filippo Timi, Enrica Guidi, Lucia Mascino, Massimo Paganelli, Marcello Marziali, Atos Davini, Carlo Monni, Alessandro Benvenuti, Crisula Stafida.

I delitti del BarLume – Perché guardarli

Sì, ci abbiamo impiegato un po’, ma eccoci al nocciolo della questione. Perché guardare I delitti del BarLume?

#1 Il mix di giallo e humour

I delitti del BarLume - cast - i vecchietti

©Palomar per Sky Cinema

La caratteristica principale e quella che avvalora di più questa serie di film è proprio la commistione tra l’investigazione e l’umorismo, spesso grottesco, sboccato, irriverente. I portatori principali di questa componente sono 4 tremendi vecchiotti, avventori del bar. Ma una serie di personaggi strampalati e sconclusionati si avvicendano di episodio in episodio, dando molti pensieri al povero Viviani.

#2 Il Viviani

Viviani, il protagonista interpretato da Filippo Timi, è il nevrotico e arrapato proprietario del BarLume, perennemente incasinato, confuso e bistrattato. Il suo personaggio e l’interpretazione di Timi sono tra le cose migliori della serie.

#3 Le donne e le tette

I delitti del BarLume - enrica guidi tiziana tette

©Palomar per Sky Cinema

Le tette soprattutto. In realtà si vedono nei primi episodi, poi purtroppo la serie ha avuto successo e le hanno coperte.

Il Viviani è diviso emotivamente e sessualmente tra Vittoria Fusco, commissario di polizia determinato e competente, e Tiziana detta Tizi, dipendente tettuta del suo bar. Il rapporto con le due donne e le tette di Enrica Guidi sono senz’altro tra gli ottimi motivi per guardare I delitti del BarLume.