il commissario maigret 1958 film recensione
1958,  Investigare

Il commissario Maigret

Il commissario Maigret è un film di produzione italo-francese tratto dal romanzo La trappola di Maigret di Georges Simenon, 48esimo di quelli con protagonista il poliziotto parigino.

In questo caso Maigret è alla ricerca di un omicida seriale che pugnala donne brune e formose. Per coglierlo in fragrante manda per le strade alcune agenti donna come esche.

Si tratta del primo film con Jean Gabin nei panni del commissario, apparso al cinema per la prima volta nel 1932. L’attore francese restituisce allo schermo un personaggio non completamente aderente ai romanzi, ma dall’indiscutibile fascino e presenza scenica.

Guardando Il commissario Maigret si ha inoltre la sensazione di assistere a una vera indagine poliziesca, con la stretta dei sospettati nella prima parte e una serie di interrogatori nella seconda. La portata emotiva del film è quasi interamente merito del tema musicale, che si ripropone con costanza, come una struggente nenia.

Nonostante la marginalità nella storia, emerge anche il rapporto di Maigret con la moglie, inoltre la cura dei dialoghi e una velata ironia rendono la visione ancora oggi assolutamente interessante e piacevole.

Prosegui la cinematerapia:

Social Media Integration by Acurax Wordpress Developers
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: