• G. I. Joe
    2009,  Il caricatore

    G. I. Joe – La nascita dei Cobra

    Sicuramente prima di mettersi seduti a guardare G. I. Joe bisogna chiedersi cosa si ha voglia di vedere. Nato probabilmente, soprattutto, come operazione di marketing della Hasbro, che dopo aver portato con successo i propri Transformers al cinema, mira a riqualificare e rilanciare anche i suoi agenti giocattolo G. I. Joe, per un ritorno alla plastica tramite la celluloide. Lo script del film non brilla particolarmente, la sceneggiatura è soprattutto un accumulo di esperienze passate dei protagonisti, nel tentativo di dare un vissuto e un’identità tonda a questi giocattoli, ma resta comunque fedele al suo intento principale: intrattenere. E lo fa. Lo stile è quello di un fumetto, spettacolare e impossibile,…

  • 2015,  Ridere,  Tornare bimbi

    Minions

    Hello papagena, pappadom Minions? Minions è un ordinato assemblaggio di rocambolesche gag ed episodi slapstick, termine che inquadra, non a caso, la comicità basata sulla scivolata sulla buccia di… banana. Minions risulta dunque essere un film divertente soprattutto per i bambini, a cui si vogliono strappare le maggiori risate, senza risparmiare qualche battuta anche per un pubblico più maturo. La scelta di una colonna sonora composta da una compilation di classici rock degli anni 60 le bella comme le papaya e così possiamo seguire le disavventure minionesche al ritmo dei Doors, Jimi Hendrix, Beatles, Who, Kinks, Stones he he he. Economicamente e come operazione di marketing, Minions è senza dubbio un prodotto riuscito e…

  • Le peggiori traduzioni dei titoli di film
    Controindicazioni

    Le peggiori traduzioni dei titoli dei film

    È inevitabile che quando un film viene esportato oltre che il doppiaggio, anche il suo titolo può avere necessità di essere tradotto. Tuttavia questa operazione, che apparentemente può sembrare semplice, deve incontrarsi e scontrarsi, oltre che con il volere di chi ci piazza i verdoni, con questioni culturali e di marketing. Spesso non ci si limita a tradurre dunque il titolo, ma lo si cambia, operazione che di per sé non deve essere per forza vista come negativa. Tuttavia, talvolta, questa operazione non sembra essere proprio azzeccata. Dei vari orribili, orripilanti, orripilerrimi titoli, di cui potete trovare voi stessi esempio oltre quelli qui citati, ho deciso di racchiuderli in alcune macro…

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers