Voglia di vincere

Ovvero la traduzione insulsa del titolo americano Teen Wolf.

In ogni caso, Voglia di vincere è una commedia piacevole ma edulcorata in tutto e per tutto, finale compreso, andando a situarsi in un target giovane, di teenager, proponendone le tipiche problematiche e una morale, anche se forse, ormai, non più quelli di oggi, abituati ad alieni, sparatorie, botte da orbi e ben altri licantropi.

Sono poche le gag davvero divertenti, probabilmente solo quella in cui il padre del protagonista insiste nel chiarire al figlio che può parlargli davvero di tutto. Non ve la rovino. Per il resto, la cosa che più mi ha divertito è il nome del protagonista, il sempre bravo Michael J. Fox, che nel doppiaggio italiano è stato cambiato da Scott a Marty, in ricordo di Ritorno al futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.