waterworld
1995,  Avventurarsi,  Diventare eroi

Waterworld

Il mondo è completamente ricoperto d’acqua e alcuni uomini sopravvivono su delle piattaforme galleggianti. Waterworld è stato un film dalle grandi ambizioni, co-prodotto da Kevin Costner nel 1995 fu il film più costoso della storia del cinema, con una spesa di 175 milioni.

Le aspettative non furono però ripagate e il film fu un discreto flop.

L’idea è in realtà buona, oltre che estremamente attuale ancora oggi, considerato che i film post-apocalittici (che chiamiamo distopici) attraggono molto il grande pubblico.

Narrativamente, Waterworld è un mix di generi dove l’avventura più pura, che crea una sorta di Mad Max acquatico, si mischia all’umorismo e al romanticismo. Proprio la parte amorosa determina un calo di ritmo a metà film, nonostante complessivamente risulti sempre essere godibile e divertente.

A perdersi tra azione e corse è l’identità del protagonista e proprio il mondo inventato, che si rilega quasi a scenografia, per di più, considerato il budget, poco evocativa e sfruttata. In definitiva si tratta di un film accattivante che puntava probabilmente molto più in alto, che intrattiene piacevolmente ma si riduce alla ricerca della terra promessa.

Prosegui la cinematerapia:

Floating Social Media Icons by Acurax Wordpress Designers
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: