Wild wild west

No, se avevate fame di hamburger e cercavate l’Old Wild West più vicino a casa, non siete nel sito giusto. Se invece volete nutrirvi di film, allora cadete a fagiuolo (sempre per restare in tema West). Wild wild west è un film dalla lunga gestazione, affidato infine al regista di Men in black, che ritrova Will Smith nel ruolo del protagonista.

Si tratta di un “fanta – western” o “western tecnologico”, per la sua commistione tra i temi cari a cowboys e pistoleri ed elementi di innovazione tecnologica e pura inventiva.

La messa in scena ha dei difetti che evidenziano qualche mancanza di coerenza e di direzione generale, soprattutto nei cambi di sequenza e nei passaggi da una scena all’altra.

Ma il motivo è anche che tutto il film è pervaso da una gigioneria di fondo, una sana goliardia in personaggi e situazioni rappresentate. Insomma, un pastrocchio che abbina carne di manzo e sogliola, salsa barbecue e maionese dietetica, cipolla e pomodorini bio, che a dirla tutta mi ha divertito parecchio.