goodbye lover film recensione
1998,  Scaldarsi,  Sorprendersi

Goodbye lover

La sensuale Sandra è sposata con Jake, dirigente scapestrato di un’azienda, ma ha una relazione sessuale con il fratello Ben, che in ufficio riceve a sua volta le avances della collega Peggy. Goodbye lover è un film sul tradimento, sia sessuale che non, in nome del vile denaro.

Roland Joffé ci accompagna con una regia feticista, che indugia spesso e volentieri sui tacchi e sui piedi di Patricia Arquette, in una storia piena zeppa di doppiogiochisti e inganni volti a sorprendere lo spettatore. Talmente tanti che l’effetto viene meno, restando comunque un film d’intrattenimento godibile, tra il thriller e l’erotico appena accennato.

Nel cast anche Don Johnson e Dermot Mulroney, oltre che Ellen DeGeneres e Ray McKinnon nei ruoli di una sergente e il suo sottoposto, protagonisti di tutte le parti umoristiche del film, che in effetti arricchiscono positivamente (e alleggeriscono) la trama di Goodbye lover.

Social Media Widget Powered by Acurax Web Development Company
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: