• the truman show film recensione
    1998,  Almeno una volta nella vita,  Commuoversi,  Riflettere,  Sorprendersi

    The Truman show

    The Truman show è un film indimenticabile, originalissimo e al contempo ricco di riferimenti e rimandi, oltre che stratificato dai molteplici livelli di lettura. Uscito nel 1998, è diretto da Peter Weir, scritto da Andrew Niccol e interpretato da Jim Carrey, fino ad allora noto per i ruoli comici e sregolati, che qui dà prova di grandi capacità attoriali con un personaggio di spessore. Truman Burbank è il protagonista di un programma TV che porta il suo nome e che mostra al mondo intero la sua vita 24 ore su 24. Ma lui, questo non lo sa. The Truman show è un film filosofico e al contempo estremamente divertente e buffo.…

  • twilight 1998 film thriller recensione
    1998,  Tendere i nervi

    Twilight

    Discutere di un film intitolato Twilight dopo il 2008, generalmente vuol dire parlare di vampiri romantici e lupi mannari a petto nudo, ma non è questo il caso. Twilight è anche il titolo di un thriller di dieci anni prima, girato da un regista premio Oscar: Robert Benton.

  • analisi di un delitto recensione film
    1998,  Investigare,  Legge

    Analisi di un delitto

    Un'avvocato penalista viene in possesso di uno strepitoso manoscritto, scoprendo in seguito la morte prematura dell'autore. Decide quindi di pubblicarlo a suo nome, ottenendo un grande successo, ma la polizia lo accusa di essere un serial killer.

  • omicidio in diretta film brian de palma - pills of movies
    1998,  Il caricatore,  Investigare

    Omicidio in diretta

    Omicidio in diretta di Brian De Palma è la storia di un’amicizia, ambientata unicamente all’interno di un palazzetto sportivo, dove si svolge un incontro di pugilato e dove, davanti a una folla di occhi, viene commesso un omicidio. De Palma apre il film con uno straordinario piano sequenza e lo chiude in egual modo, abbracciando una vicenda che ci viene mostrata da più punti di vista, che raccontano e ripercorrono con il proprio sguardo il lasso di tempo in cui è avvenuto il crimine. Al centro della pellicola c’è infatti proprio lo sguardo: tecnologico delle telecamere, personale, soggettivo, filtrato dai ricordi e perfino dalle bugie. L’enunciazione di questa tematica è…

  • ronin
    1998,  Il caricatore

    Ronin

    Vengono definiti Ronin i samurai senza padrone, a causa della sua morte o, ancora peggio, per la perdita di fiducia nei loro confronti. Ronin, il film, è la storia proprio di un gruppo di spie senza lavoro, degli outsider assoldati per una missione, che danno vita a un intrigo di giochi e doppi-giochi, per un noir di spie contro spie. Senza l’utilizzo del pc, John Frankenheimer realizza un film secco e realista, ricco di inseguimenti e macchine ribaltate (forse anche troppo). Piace per l’accoppiata Robert De Niro – Jean Reno e per qualche colpo di scena ben orchestrato, non piace, soprattutto a chi non ama il genere, per la mancanza…

  • Armageddon
    1998,  Avventurarsi

    Armageddon

    Ecco a voi, signori e signore, il primo blockbusterone di Michael Bay pieno zeppo di sbadabam sbum, di movimenti di macchina repentini e ubriacanti e di zoommate, tanto da farvi avere l’impressione di barcollare verso un atollo spaziale o che stia per cadervi in testa da un momento all’altro la cinepresa del cameraman. Il ritmo delle riprese e del montaggio sono sempre concitati tanto che potrebbe sembrare che Armageddon duri 80 minuti, invece va avanti 2 ore. A Michael Bay non gliene sbatte un accidenti di spiegarti perché il detonatore non funziona più a distanza, perché un uomo che sta trivellando vola via in mezzo allo spazio mentre il seguente invece…

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers