Liz Solari
Controindicazioni

Profili: Liz Solari

Chi è Liz Solari? Togliete le cinture di sicurezza e apprestatevi ad intraprendere con me uno spericolato e caleidoscopico viaggio per tappe fondamentali nella biografia della bionda argentina, che sempre più spesso si sta mostrando in tv e al cinema in Italia.

All’anagrafe Liz María Solari Poggio nasce il 18 giugno 1983 a Baranquilla, che, per gli scarsi in geografia, si trova in Colombia. Il luogo di nascita è tuttavia menzognero riguardo la nazionalità di Liz, che ha famiglia argentina e nacque fuori dalle proprie frontiere perchè il padre, Eduardo Solari, fu ingaggiato dall’Atletico Junior, squadra di calcio della città di Baranquilla, come tecnico. Oggi l’Atletico Junior ha cambiato nome, semplificandolo in Corporación Popular Deportiva Junior, ma ciò che dovrebbe esservi balzato all’occhio, anzi rimbalzato nell’occhio, è la stretta correlazione tra Liz e il mondo del calcio.

santiago-solari-773986
“Lei è mia sorella!”

Esatto furboni, Liz Solari è la sorella di Santiago Solari, che ricorderanno bene i tifosi dell’Inter, ma che ha avuto i momenti di carriera più brillanti con la maglia del Real Madrid. Ma non è tutto, Liz ha altri due fratelli, Esteban Solari e David Solari, pure loro calciatori e, a voler proprio dirla tutta, già che ci siamo, pure suo zio Jorge Solari lo era. Dunque Liz Solari non poteva che fare la… velina. No, scherzo.

Ho sempre pensato che il pizzaiolo a forza di cucinare pizza non la sopportasse più, invece il mondo del calcio, come presto scopriremo, la coinvolgerà di nuovo direttamente.

Qui sopra per voi un golazo di Santiago in loop quasi infinito, nel caso vi sia venuta nostalgia.

Liz Solari vive per un po’ negli Stati Uniti e in Europa, facendo da testimonial e modella per diversi marchi, come Cavalli, Gaultier, Zara, Carpisa e bla bla bla. Ma quello che a noi interessa è il primo vero snodo narrativo della sua carriera. Nel 2008 recita infatti in High School Musical El Desafío, la versione argentina di quello statunitense. Ecco la trama: Fer capitano dei Giaguari, squadra di Rugby, si rende conto che Agus (da non confondere con Angus, la carne argentina) è diventata gnocca e così se la vuole fare. Come nell’originale c’è una competizione musicale e Liz interpreta Anne-Claire una ex studente diventata una famosa cantante, che torna a scuola per dispensare consigli, come Rachel Berry in Glee.

HSM_El_Desafio_CD
Personalmente trovo strepitosa la hit “A buscar el sol”! ©WaltDisney

Liz tuttavia, in un momento di purissima epifania, si guarda allo specchio e, notandosi bionda e tendente al gnocca, il suo super-io le riporta a galla memorie dell’infanzia, in particolare le esperienze ludiche con le bambole. Le Barbie. Barbie, Barbie… Liz si rende conto di somigliare ad una Barbie e così fa un provino e viene ingaggiata nello spettacolo teatrale Barbie Live, naturalmente come protagonista. Non si tratta di noccioline eh. Lo spettacolo ha un successo strabiliante in Argentina, Uruguay, Perù e Brasile e Liz recita, balla e canta come non mai.

infonegocios info
Per la prima volta in Argentina! ©InfoNegocios

Qui in Italia tuttavia cominciamo a conoscerla l’anno successivo, il 2009, quando sui nostri teleschermi va in onda la serie Champs 12. La ricordate? Il mondo del calcio sembra non voler abbandonare Liz e così entra di straforo nello spettacolo, contagiando la sua carriera.

tvblog it
Sì, lo guardavo. Lo confesso! ©TvBlog

Charlotte Carresi, il personaggio di Liz, sogna un amore tutto farfalline e glitter con Gonzalo Torres, ma è un cesso a pedali. Trasferitasi a New York, Charlotte torna in patria 8 anni dopo, trasformatasi in uno splendido cigno, tanto che nemmeno Fata Turchina avrebbe potuto fare un lavoro del genere, infatti il povero Gonzalo manco la riconosce. Lei però non si limita a dirglielo, essendo donna, ma inizia ad ordire sofisticate e diaboliche trame che incasineranno la vita di Gonzalo, dei suoi amici, il cui interesse fino a quel giorno era solo per la squadra di calcio dove giocano, e la povera Quela, anch’essa innamorata di Gonzy e personaggio più simpatico del telefilm.

buzzland
Tac! Una foto di Liz nuda a sorpresa! Così, per mantenere vivo l’interesse per la lettura. ©Buzzland

Ah! Il calcio e la danza, due passioni di Liz sempre presenti nella sua vita. Ricordo che un’amica insisteva nel dirmi che la danza è uno sport, chissà come la pensa al riguardo Liz Solari. Liz nel 2012 partecipa infatti per la seconda volta, a seguito della prima nel 2007, a Bailando por un Sueño, che grazie all’aiuto di Google Translate pare significare Ballando per un sogno, ma che, a mio personale avviso, è solo un programma per mostrare qualche donzella scosciata che si dimena in gonnellina.

telefama com
     Io ve l’ho detto riguardo la gonnellina, voi non mi credevate… ©Telefama

So che non vi interessa nulla, ma Liz nel 2007 si piazza come semifinalista, mentre nel 2012, dopo anni di esperienza e un passato da Barbie ballerina, si accontenta di partecipare, che come si sa è l’importante. A proposito qui e qua potete osservare con i vostri occhi se i piazzamenti sono stati giusti o meno.

bailando-show.blogspot com
Qui Liz balla in una palla di ferro con un vestito color carne, per far credere in lontananza che sia nuda. ©bailando-show.blogspot

All’epoca delle danze argentine tuttavia, Liz Solari si è già fatta conoscere anche dal cinema italiano, con la partecipazione nel 2011 al film Ex – Amici come prima! di carlo Vanzina, dove interpreta una vecchia fiamma di Enrico Brignano. Liz agli italiani piace e negli anni successivi recita nella serie televisiva Benvenuti a tavola – Nord vs Sud e conduce Il meglio d’Italia nuovamente al fianco di Enrico Brignano, anche se non si sa bene cosa c’entri in un programma che loda e promuove l’italianità.

Infine nel 2015 torna al cinema con Sei mai stata sulla luna?, dove si fa corteggiare da Raoul Bova e interpreta una stilista snob.

Arrivati dunque ai giorni nostri, spostiamoci dalla biografia alle caratteristiche personali. Tra i segni distintivi di Liz c’è un tatuaggio sull’avambraccio sinistro. I tatuaggiologi si sono scontrati duramente in merito all’interpretazione. Andy, tatuatore amatoriale, operante nel garage di casa sua e studioso occasionale di araldica, ritiene sia l’occhio della divina provvidenza, assimilabile a quello nella banconota da un dollaro statunitense, nella Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino, nella copertina della Costituzione serba e nel simbolo dell’Università del Cile. Leopoldo invece, tatuatore che preferisce definirsi artista di via Foppa a Milano, ritiene rappresenti una élite di uomini che controllano di nascosto la società odierna.

pin
Secondo me invece è l’occhio di Sauron. Ti sto osservandooo! ©Pinterest

Dopo averne decantato le qualità, è infine necessario, per una cronaca imparziale, citare pure i difetti della nostra Liz. Uno su tutti, il trucco. Liz infatti talvolta esagera un pochino, probabilmente a causa di taluni tutorial su YouTube, sporcando la sua naturale bellezza.

maxresdefault
©taringa
blogdilifestyle it
©blogdilifestyle
cliomakeup com
©cliomakeup

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Network Integration by Acurax Social Media Branding Company
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: