The fighter

The fighter è un pugile con il desiderio di coronare un sogno, lo stesso che apparteneva anche a suo fratello: diventare campione welter. A ostacolarlo nel raggiungere l’obiettivo personale non sono le proprie capacità o quelle di temibili avversari, ma i rapporti con la sua famiglia, in particolar modo la madre manager improvvisata, con a seguito un esercito di sorelle lagnose, e il fratello, coach dipendente dal crack.

La duplice anima del film sta proprio qui. Un soggetto non particolarmente originale: il pugilato come riscatto personale, lo sport e la famiglia. Allo stesso tempo David O. Russel ci propone un buon film, la cui potenza sta proprio nella caratterizzazione dei personaggi e nell’interpretazione degli attori.

Spiccano Christian Bale che dà vita insieme a Mark Wahlberg a un rapporto fraterno, complesso, di frustrazione e amore, e Melissa Leo, madre profondamente irritante e spocchiosa, che dice di amare in egual modo i suoi figli, mentre le sue azioni mostrano chiaramente la predilezione per il maggiore.