2016

I film usciti nel 2016

  • café society woody allen recensione
    2016,  Innamorarsi

    Café Society

    Café Society è leggero, leggerissimo. Quasi evanescente e dolcemente frivolo, come le chiacchiere tra i divi dello show biz, gli uomini d’affari e le belle donne davanti a un Martini. Il film di Woody Allen racconta la storia di un ragazzo in cerca di lavoro e, naturalmente, di fortuna, che approda a Hollywood nella dimora dello zio, magnate dello spettacolo. Una scintillante ed eterea fotografia illumina delle splendide scenografie che, a loro volta, incorniciano un intrigante intreccio amoroso. La storia parla di scelte, ma lo fa come un leggiadro divertissement, senza la forza della malinconia, senza spingere sul canale emotivo. Allen lo fa per scelta, con tagli di montaggio netti,…

  • autobahn fuori controllo film recensione collide
    2016,  Avventurarsi,  Il caricatore

    Autobahn – Fuori controllo

    Autobahn, ovvero “autostrada” in tedesco per chi non lo sapesse, è una co-produzione tedesca e inglese, con protagonisti Nicolas Hoult e Felicity Jones. La storia? La coppia si incontra e si innamora, ma lei ha dei problemi di salute e loro non hanno abbastanza soldi per curarli. Ecco allora l’ideona sorgere spontanea in lui: rubare un camion pieno di droga per un boss mafioso pelato e tamarro in cambio di un po’ di verdoni. La premessa amorosa è un po’ troppo lunga e il film fatica a ingranare. Quando poi inserisce la marcia giusta diviene tutto un inseguimento fino alla fine del minutaggio. Premesse e raccordi narrativi sono abbastanza superficiali,…

  • The Rocky horror picture show - Let's do the time warp again
    2016,  Ballare,  Cantare

    The Rocky horror picture show – Let’s do the time warp again

    The Rocky horror picture show – Let’s do the time warp again è il remake del celeberrimo film del 1975, uscito in tv e diretto da Kenny Ortega, altrimenti detto “quello di High school musical“. Non staremo qui ad ammorbarvi in paragoni inutili con originale, ma vi diremo in cosa pecca questa trasposizione e in cosa invece riesce. Il nuovo Rocky horror è un po’ troppo patinato, pulito, non riesce mai a essere osceno, turpe, provocatorio. Che ciò derivi da costumi e trucco, interpretazioni, una scenografia spesso bidimensionale o scelte registiche e fotografiche è difficile dirlo. Senz’altro non ha lo stesso charme e (naturalmente) lo stesso impatto culturale del precedente.…

  • the neon demon recensione film
    2016,  Riflettere,  Spaventarsi,  Tendere i nervi

    The neon demon

    Inquietante, disturbante, nauseante e macabro. The neon demon di Nicolas Winding Refn, posa le sue luci al neon sul mondo della moda e l’arrivo a Los Angels di una ragazzina di 16 anni, convinta che la sua bellezza soddisferà le sue ambizioni. Una fotografia superba e inquadrature armoniose, quasi poetiche, si legano al gusto per il simbolismo e l’iconografia del regista. Geometria, bellezza tecnica e perfezione estetica del film, rappresentate anche dai tratti spigolosi delle modelle rifatte dalla chirurgia plastica, si contrappongono fortemente ai suoni sintetici della colonna sonora e alla vicenda narrata, che s’immerge nel marcio e nel sudiciume, spargendo sangue e trucco. L’ossessione per l’apparenza, l’aspetto, la bellezza,…

  • il diritto di contare - film - recensione
    2016,  Ispirarsi,  Riflettere

    Il diritto di contare

    Il diritto di contare è la storia vera di tre donne afroamericane che diedero un contributo fondamentale alla NASA nella corsa allo spazio, sfidando non solo il cielo, ma anche i pregiudizi razziali e di sesso. Il film di Theodore Melfi ritrae e racconta con efficacia il suo messaggio, esprimendolo con forza attraverso le azioni delle tre protagoniste, in modo mai didascalico, ma trovando anzi spazio anche per momenti d’intrattenimento e ironia. Le vite delle tre donne si dividono sullo schermo tra vita privata, lavoro e episodi di razzismo che delineano lo sfondo sociale e politico della vicenda. Il tutto è coordinato con precisione, sviluppando tante micro storie all’interno della…

  • rock dog recensione pill of movies
    2016,  Avventurarsi,  Cantare,  Ridere

    Rock dog

    Una radio precipita da un aereo e finisce in mezzo alle montagne. Un giovane mastino tibetano la trova e resta folgorato dalla musica rock. Tratto da una graphic novel cinese, Rock Dog è un film d’animazione che miscela diversi generi, adatto a tutta la famiglia, ma soprattutto ai più giovani. C’è il rock, innanzitutto, e il sogno di fare la rockstar, ma anche il tema delle aspirazioni personali e lo scontro con le aspettative del genitore. Narrativamente il tutto viene unito a un’accennata componente fantasy, legata ai mastini guardiani del villaggio, e dal sentore di gangster movie, considerati i nemici di turno, lupi tratteggiati e vestiti come veri e propri…

  • florence film recensione
    2016,  Cantare,  Ispirarsi,  Ridere,  Riflettere

    Florence

    Una storia vera. Quella di Florence Foster Jenkins, ereditiera newyorkese con la passione per la musica e il denaro per diventare cantante lirica, nonostante l’incapacità canora e la definizione di peggiore cantante del mondo. Stephen Frears porta la sua storia sul grande schermo, chiede a Meryl Streep di stonare, sbagliare, essere imperfetta, e la accompagna allo scapolo d’oro di Hollywood, un ottimo Hugh Grant. Senz’altro una commedia piacevole, dallo humour particolare, che può essere differentemente interpretata. Il valore delle proprie passioni, come quella per la musica, sopra a ogni cosa, ogni ostacolo e limite, perché ciò che abbiamo da esprimere è più importante della tecnica. Ma allo stesso tempo un…

  • la bella e la bestia recensione - film 2016 - pills of movies
    2016,  Innamorarsi

    La bella e la bestia (2016)

    Una delle favole più famose di sempre, riproposta in ennesime varianti nel corso della cinematografia. La Bella e la Bestia del 2016 prosegue l’operazione di trasposizione in live action dei classici Disney, ricalcando fedelmente, a eccezione di due canzoni in più, il cartone animato del 1991. Per questo motivo voglio parlare di buona, forse ottima, replica, riproduzione o restauro. Perché bene si può parlare di design, scenografie e costumi. Il resto nulla aggiunge e nulla toglie, rendendo arduo commentare il film quale opera cinematografica. Centrata invece l’operazione commerciale, che ha portato il film ad essere il maggiore incasso e successo dell’anno. Un piccolo piacere per chi vuole rivivere e ripercorrere…

  • Le spie della porta accanto
    2016,  Avventurarsi,  Ridere

    Le spie della porta accanto

    Nuovi vicini! Chissà chi sono, che lavoro fanno, quante zollette di zucchero mettono nel caffè… binocolo alla mano e quelle che sembrano gentili persone si rivelano le spie della porta accanto! Tranquilli niente spoiler, è proprio questo l’incipit di una storia che mischia azione e umorismo, agenti super speciali e persone super comuni (e anche un po’ ingenue). Il film si inserisce insomma in una nicchia cinematografica della commedia ben definita e di recente successo. Lo sviluppo può non brillare per originalità, ma le gag sono riuscite e i due imbranati protagonisti ci trascinano tra inciampi e malintesi fino alla fine della visione, con leggerezza e spensieratezza.

  • La festa prima delle feste - recensione - film
    2016,  Ridere

    La festa prima delle feste

    Un’azienda il cui futuro dipende da un solo affare, il cui buon esito dipende a sua volta da… una festa prima delle feste di Natale. Diamine, cos’ha fatto Una notte da leoni alla commedia americana! Tutta la trama del film è in fin dei conti un pretesto finalizzato alla messa in scena di una fastosa, esagerata, psicotica e orgiastica festa. I protagonisti sono gli strampalati dipendenti che, ognuno con le sue manie e i suoi fini, degenerano nel corso della vicenda. La contestualizzazione, assolutamente accessoria, è quella natalizia, come era già accaduto l’anno precedente per Sballati per le feste. In questo caso c’è qualche risata in più, perché legata ai…

  • Fuga da Reuma Park. Foto ©Masiar Pasquali
    2016,  Meglio mai che tardi,  Ridere

    Fuga da Reuma Park

    L’ultimo film di Aldo Giovanni e Giacomo, Fuga da Reuma Park è probabilmente il peggiore di tutta la filmografia del trio comico. Come già accaduto in passato, la storyline principale viene interrotta più volte, pretesto per inserire sketch comici, in questo caso alcuni nuovi e altri riproposti tra i vecchi classici. È proprio questa seconda scelta a a rappresentare un vero e proprio suicidio cinematografico. Innanzitutto perché emerge il contrasto con i nuovi, rimarcando la loro mancanza di brio e spontaneità, oltre a evidenziare una evidente crisi creativa. La scelta, in secondo luogo, spinge a pensare a motivi di riempimento del minutaggio. È come se non si avesse davvero nulla…

  • la ragazza del treno film
    2016,  Investigare,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    La ragazza del treno

    Tratto dall’omonimo romanzo di Paula Hawkins, La ragazza del treno racconta la storia di tre donne, emotivamente e psicologicamente instabili. Le loro vite si intrecciano e ci vengono narrate attraverso molteplici salti temporali, che non sempre rendono la narrazione fluida e sono funzionali al creazione di una sorpresa narrativa. La protagonista, interpretata da Emily Blunt è una donna dipendente dall’alcol e costantemente sull’orlo di una crisi di nervi. Questa caratterizzazione, quasi sempre debole e mai reattiva, rende difficile unirsi a lei emotivamente nell’indagine verso ricordi scomparsi, nonché verso la verità celata dalla vicenda presentataci. Funziona invece l’intreccio a livello macro, presentando una serie di personalità tutte parimenti “antipatiche”, che fino…

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers