• la bella e la bestia recensione - film 2016 - pills of movies
    2016,  Innamorarsi

    La bella e la bestia (2016)

    Una delle favole più famose di sempre, riproposta in ennesime varianti nel corso della cinematografia. La Bella e la Bestia del 2016 prosegue l’operazione di trasposizione in live action dei classici Disney, ricalcando fedelmente, a eccezione di due canzoni in più, il cartone animato del 1991. Per questo motivo voglio parlare di buona, forse ottima, replica, riproduzione o restauro. Perché bene si può parlare di design, scenografie e costumi. Il resto nulla aggiunge e nulla toglie, rendendo arduo commentare il film quale opera cinematografica. Centrata invece l’operazione commerciale, che ha portato il film ad essere il maggiore incasso e successo dell’anno. Un piccolo piacere per chi vuole rivivere e ripercorrere…

  • Le spie della porta accanto
    2016,  Avventurarsi,  Ridere

    Le spie della porta accanto

    Nuovi vicini! Chissà chi sono, che lavoro fanno, quante zollette di zucchero mettono nel caffè… binocolo alla mano e quelle che sembrano gentili persone si rivelano le spie della porta accanto! Tranquilli niente spoiler, è proprio questo l’incipit di una storia che mischia azione e umorismo, agenti super speciali e persone super comuni (e anche un po’ ingenue). Il film si inserisce insomma in una nicchia cinematografica della commedia ben definita e di recente successo. Lo sviluppo può non brillare per originalità, ma le gag sono riuscite e i due imbranati protagonisti ci trascinano tra inciampi e malintesi fino alla fine della visione, con leggerezza e spensieratezza.

  • La festa prima delle feste - recensione - film
    2016,  Ridere

    La festa prima delle feste

    Un’azienda il cui futuro dipende da un solo affare, il cui buon esito dipende a sua volta da… una festa prima delle feste di Natale. Diamine, cos’ha fatto Una notte da leoni alla commedia americana! Tutta la trama del film è in fin dei conti un pretesto finalizzato alla messa in scena di una fastosa, esagerata, psicotica e orgiastica festa. I protagonisti sono gli strampalati dipendenti che, ognuno con le sue manie e i suoi fini, degenerano nel corso della vicenda. La contestualizzazione, assolutamente accessoria, è quella natalizia, come era già accaduto l’anno precedente per Sballati per le feste. In questo caso c’è qualche risata in più, perché legata ai…

  • Fuga da Reuma Park. Foto ©Masiar Pasquali
    2016,  Meglio mai che tardi,  Ridere

    Fuga da Reuma Park

    L’ultimo film di Aldo Giovanni e Giacomo, Fuga da Reuma Park è probabilmente il peggiore di tutta la filmografia del trio comico. Come già accaduto in passato, la storyline principale viene interrotta più volte, pretesto per inserire sketch comici, in questo caso alcuni nuovi e altri riproposti tra i vecchi classici. È proprio questa seconda scelta a a rappresentare un vero e proprio suicidio cinematografico. Innanzitutto perché emerge il contrasto con i nuovi, rimarcando la loro mancanza di brio e spontaneità, oltre a evidenziare una evidente crisi creativa. La scelta, in secondo luogo, spinge a pensare a motivi di riempimento del minutaggio. È come se non si avesse davvero nulla…

  • la ragazza del treno film
    2016,  Investigare,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    La ragazza del treno

    Tratto dall’omonimo romanzo di Paula Hawkins, La ragazza del treno racconta la storia di tre donne, emotivamente e psicologicamente instabili. Le loro vite si intrecciano e ci vengono narrate attraverso molteplici salti temporali, che non sempre rendono la narrazione fluida e sono funzionali al creazione di una sorpresa narrativa. La protagonista, interpretata da Emily Blunt è una donna dipendente dall’alcol e costantemente sull’orlo di una crisi di nervi. Questa caratterizzazione, quasi sempre debole e mai reattiva, rende difficile unirsi a lei emotivamente nell’indagine verso ricordi scomparsi, nonché verso la verità celata dalla vicenda presentataci. Funziona invece l’intreccio a livello macro, presentando una serie di personalità tutte parimenti “antipatiche”, che fino…

  • Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali
    2016,  Avventurarsi,  Diventare eroi,  Fantasticare

    Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali

    Probabilmente Tim Burton avrebbe tanto voluto andarci, con Miss Peregrine, a frequentare la casa dei ragazzi speciali. Sì, perché le atmosfere e il soggetto del romanzo sembrano ideati appositamente per la sua trasposizione cinematografica, e il ragazzo peculiare (così nella versione americana), potrebbe essere stato proprio il regista. Ecco allora prendere forma una storia fantasy, grottesca e oscura, che poco a poco si fa strada nella nostra realtà e nella routine di un ragazzo. Burton lo fa con il suo stile e con i colori, i cromatismi accesi e il blu, in una prima parte del film evocativa e affascinante. Miss Peregrine affonda le radici nella moda dello young adult…

  • tutti vogliono qualcosa
    2016,  Innamorarsi,  Riflettere

    Tutti vogliono qualcosa

    Feste, sport, discorsi tra amici e cazzeggio vario prima dell’inizio dell’università dipingono di colori accesi questo film di Richard Linklater: Tutti vogliono qualcosa. La vita al campus è lontana (non negli eccessi ma nello stile) dalla tipica e volgare commedia americana ambientata al college. Il tutto è pervaso dal sentore del tempo che sta per accelerare con una sferzata, lasciandosi assaporare per le ultime volte. Più che un film, è una finestra che ci mostra uno stralcio di vita, quasi frammenti di ricordi. La sceneggiatura è infatti atipica e non sembra seguire una canonica struttura. Qual è l’obiettivo del protagonista? Qual è il conflitto e gli ostacoli che vive? Quali…

  • morgan film - pills of movies
    2016,  Spaventarsi,  Tendere i nervi

    Morgan

    Morgan è una ragazza ibrido, creata artificialmente in laboratorio nel tentativo di generare un essere perfetto. L’uomo perfetto. Luke Scott, figlio di Ridley Scott, dirige il suo primo film, prodotto dal padre e basato su una sceneggiatura tra quelle presenti nella black list del 2014. Il film è figlio del mito di Frankenstein, non certo originale come soggetto nemmeno negli ultimi anni, così come lo sviluppo, piuttosto prevedibile fino al finale, che segue uno schema routinario da film horror. (10 ragazzi sono soli in una casa ma…). Non è inoltre approfondito il protagonista principale, Morgan, la cui fattezza mezza umana e mezza sintetica sembra conseguire semplicemente una maggiore forza e…

  • Allied - Un'ombra nascosta
    2016,  Il caricatore,  Innamorarsi

    Allied – Un’ombra nascosta

    Robert Zemeckis, Brad Pitt e Marion Cotillard in un film che sembra una spy story ma che in realtà – ve lo dobbiamo dire – è una storia d’amore che per tutta la prima metà del film ha i toni del melò. Niente Mr e Mrs Smith, roboanti e ironici, Max e Marianne si innamorano in missione a Casablanca ed è proprio al cinema classico e alle suggestioni del celebre film che la coppia e le situazioni alludono in Allied. Splendide le scenografie, così come i costumi, che vanno a unirsi a una regia come di consueto elegante ed efficace. Narrativamente invece il film si innesca nella seconda parte (con…

  • trolls film - pills of movies
    2016,  Fantasticare,  Ridere,  Tornare bimbi

    Trolls

    Troll chi legge! Scherziamo, dai. L’euforia dei trolls ci ha pervasi. Il nuovo lavoro Dreamworks riprende le bamboline giocattolo e sforna un film d’animazione che non è solo una buona operazione di marketing. Ciò che balza all’occhio e all’orecchio di primo acchito sono senza dubbio i colori sgargianti e la presenza capillare di canzoni cantate dai personaggi stessi. La storia si ispira ai Puffi e punzecchia Cenerentola, portando con sé un messaggio semplice ed efficace: la felicità è dentro di noi e a noi sta trovarla. Una morale che si riflette in una sceneggiatura che non rischia, chiaramente rivolta ai più piccoli, i quali possono essere lasciati davanti allo schermo…

  • Doctor Strange
    2016,  Avventurarsi,  Diventare eroi

    Doctor Strange

    Doctor Strange è un film di supereroi Marvel e lo è perché ne rispecchia gli archetipi: la lotta al male, la doppia identità, la scoperta di una missione più alta, l’addestramento e via dicendo. Ma al tempo stesso il dottore riesce a differenziarsi rispetto ai suoi antecedenti. Innanzitutto la magia e il misticismo, che si distaccano dall’uso della forza che ha contraddistinto gli Avengers e inquadrano combattimenti più articolati e fantasiosi, dove anche la computer grafica può essere utilizzata con intelligenza e funzionalità. Effetti speciali che non si limitano a esplosioni e combattimenti pirotecnici, ma che inventano dimensioni alternative e manipolazioni della realtà che ricordano Inception. In tutto questo resta…

  • alla ricerca di dory
    2016,  Avventurarsi,  Fantasticare,  Ridere

    Alla ricerca di Dory

    Alla ricerca di Dory è un film stratificato come il blu del suo mare, fortemente soggetto, a mio avviso, alle correnti della personale sensibilità. Inquietante e ansiogeno, sono i primi aggettivi che (mi) fluiscono spontanei duranti la visione, nel vedere una figlia vagare disperatamente per tutto l’arco del film chiedendosi senza sosta dove sono mamma e papà. Una figlia, inoltre, che vive dimenticando continuamente ogni cosa. Terribile. Attorno a lei, fortunatamente, e forse anche per questo, la Pixar crea un mondo buono ed edulcorato dove tutti aiutano Dory e dove ogni amico è simpaticamente “difettato”. Imperfetto e per questo ancor più speciale. Visivamente c’è poco da eccepire, è invece lo…

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers