48 ore film recensione
1982,  Il caricatore,  Investigare

48 ore

48 ore è il periodo di tempo in cui il detenuto Reggie Hammond (Eddie Murphy) viene rilasciato di prigione, sotto la stretta custodia del poliziotto Jack Cates (Nick Nolte), per aiutarlo a catturare un membro della sua vecchia banda.

Si tratta di un buddy movie che vive quasi esclusivamente delle contrapposizioni e dei conflitti tra i due protagonisti, l’integerrimo e rude Jack e l’elegante ladro Reggie. Lo sviluppo della storia è infatti banale e non offre guizzi particolari. Eddie Murphy è al primo ruolo in un film e fornisce una prestazione attoriale con alcune note ironiche (che giovano alla trama), ma ancora priva degli eccessi e dell’istrionicità che caratterizzano i suoi futuri film (dell’anno successivo è Una poltrona per due, di quello seguente il ben più divertente Beverly Hills Cop).

48 ore è quindi un film d’azione rivolto soprattutto a un pubblico maschile, di buona fattura ma senza troppe lodi.

Prosegui la cinematerapia:

Social Media Integration by Acurax Wordpress Developers
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: