la babysitter recensione film
2017,  Spaventarsi,  Tendere i nervi

La babysitter

Avere la babysitter a 12 anni potrebbe essere imbarazzante, ma dal momento che è una bellissima biondina dal carattere deciso (Samara Weaving), la cosa diventa più che altro un vanto. Almeno finché Cole scopre che la ragazza svolge dei riti satanici nel suo salotto…

La babysitter è un Mamma ho perso l’aereo in chiave horror, con il ragazzino, solo a casa, che per difendersi dagli abusivi ricorre davvero a ogni mezzo.

La commedia horror di McG è divertente e nonostante il sangue e la violenza, la chiave è sempre la commedia, a tratti demenziale. Il desiderio di vedere Cole sfuggire dai malintenzionati ci intrattiene immediatamente ed è impossibile non simpatizzare per il timido e pauroso dodicenne. Anche se l’avvenenza della babysitter e un certo bacio lesbico fanno tentennare spesso l’ago della bilancia.

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: