mission impossible fallout recensione film tom cruise
2018,  Avventurarsi,  Il caricatore,  Sorprendersi

Mission Impossible Fallout

Per la prima volta nella storia della saga, lo stesso regista torna sul set di Mission Impossible. Si tratta di Christopher McQuarrie, già regista di Rogue Nation e collaboratore di lunga data di Tom Cruise. È con questa conferma e con l’entusiasmo giovanile e spericolato dell’attore che nasce Mission Impossible fallout.

In questo sesto film, Ethan Hunt si trova invischiato in una fitta rete di spionaggio e doppiogiochisti, con l’obiettivo di intercettare delle testate nucleari che una banda soprannominata “Gli apostoli” vuole far esplodere.

Uno story concept già trattato al cinema che, tuttavia, innesca un film che è puro action.

Spettacolarità, inseguimenti, corse contro il tempo, sparatorie, imboscate e chi più ne ha più ne metta.

Nonostante ciò, non viene trascurato l’aspetto emotivo di Ethan, i cui principi vengono sottoposti a numerose sfide e scelte. Non mancano i colpi di scena, non manca la tensione, non mancano le belle donne né i criminali pazzoidi.

Insomma, il divertimento abbonda in questo ultimo, ottimo, Mission Impossible.

Social Network Integration by Acurax Social Media Branding Company
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: