the getaway 1994 film recensione
1994,  Il caricatore

Getaway

La bella moglie del bandito Carter McCoy convince un mafioso a farlo uscire di galera. Per sdebitarsi i due organizzano un colpo per suo conto, ma i membri della banda iniziano a cercare di fregarsi a vicenda. Getaway è un film di Roger Donaldson (autore di alcune buone pellicole come Senza via di scampo e Cocktail) ed è un remake del film di Sam Peckinpah Getaway! con il punto esclamativo.

Purtroppo questo rifacimento non centra il bersaglio e soprattutto nella seconda parte diviene un’accozzaglia di eventi e sparatorie poco credibili, spesso anche inspiegabili. Carter non ammazza il malvivente che l’ha tradito, ma non si fa remore a sparare ai poliziotti. Quando uno è alle spalle dell’altro chissà perché non spara e via dicendo.

La scenografia è spoglia e la fotografia gialla, perché siamo tra l’Arizona e il Messico e il protagonista si esibisce ogni tre per due in un tuffo al ralenty in cui spara e schiva le pallottole.

Il cast è di spessore (Alec Baldwin, Michael Madsen, James Woods), ma la storia è debole, nonostante una sensuale e spesso nuda Kim Basinger e uno spiritoso infatuamento da sindrome di Stoccolma. Se avete voglia di un po’ di sparatorie senza pretese, Getaway va bene, altrimenti lasciate stare.

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: