• Spider-Man homecoming
    2017,  Avventurarsi,  Diventare eroi

    Spider-Man homecoming

    “Spider-Man homecoming? Ma non era Amazing? E Zia May ha praticamente la mia età. Sono invecchiato io o è ringiovanita lei?” Esclamazioni di un qualsiasi fan dell’Uomo Ragno davanti all’ultimo film. Grazie a Dio e a quelli dell’universo cinematografico Marvel, la storia di Spiderman, qui al terzo reboot, non è ricominciata daccapo. Peter è già Spider-Man ed è inserito nell’universo Marvel alla perfezione come allievo (stagista) di Tony Stark. L’obiettivo è proprio questo, ma anche quello di ridare freschezza a questo eroe, che viene tratteggiato come adolescente ancora insicuro, fragile e alle prese con il proprio super-potere. Il nuovo target sono i giovanissimi e coloro che impazzano per i film di…

  • atomica bionda film recensione
    2017,  Il caricatore,  Investigare

    Atomica bionda

    Colori fluorescenti, luci al neon e atmosfere soffuse nella Berlino della Guerra Fredda, a ridosso della caduta del muro. Suoni e musiche, alternativamente ovattati o martellanti, accompagnano ralenty e sequenze di combattimento in stile arti marziali. Ecco lo stile di Atomica bionda di David Leitch, già regista di John Wick, tratto da una graphic novel. Charlize Theron è una spia inviata in Germania alla ricerca di un traditore doppiogiochista, femme fatale omosessuale, magnetica, spietata e implacabile, attenta a colpire mortalmente con il suo tacco tanto quanto a celare i suoi buoni sentimenti. Il film è interessante e intrigante, ma difetta purtroppo in un aspetto fondamentale: la sceneggiatura. Il gioco di…

  • madre film recensione
    2017,  Alienarsi,  Riflettere,  Sorprendersi

    Madre!

    Oh madre! Dev’essere stata questa l’esclamazione di chi ha abbandonato la sala al Festival del Cinema di Venezia durante la proiezione dell’ultimo film di Darren Aronofsky. Perché? Uno scrittore in crisi creativa e la devota moglie, che ama prendersi cura di lui e della casa, accolgono uno sconosciuto sotto il loro tetto. Da lì in poi tutto cambia e il loro mondo degenera. È l’ultima mezz’ora di film quella che colpisce violentemente le aspettative dello spettatore, in un turbinio di eventi che, dall’irritazione e l’impotenza che condividiamo con la protagonista, si tramutano in un turbinoso girone infernale di orrore e sgomento che di primo acchito fatica a essere interpretato. La storia…

  • Overdrive film recensione
    2017,  Avventurarsi,  Sorprendersi

    Overdrive

    Un paio di bellocci (Scott Eastwood e Freddie Thorp), una gran bella figliuola (Ana De Armas), auto da corsa di lusso e il piano di un furto impossibile. Ecco gli ingranaggi di Overdrive, che sembra unire Ocean’s eleven al meglio dei film di auto e corse sregolate. Sembra? Sì, hai proprio letto sembra. Perché il risultato non è quello atteso, quello gasante e adrenalinico del trailer. Antonio Negret, alla regia, sembra compiacersi quanto i suoi protagonisti delle belle auto, senza dare a entrambi fascino, potenza, espressività. Il difetto è nella sceneggiatura, che procede per “cose che succedono” per gran parte del film, vanificando poi un finale che sotto la carrozzeria è…

  • molly's game recensione pills of movies
    2017,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    Molly’s game

    Aaron Sorkin, sceneggiatore di successo fin da Codice d’onore, realizza il primo film da regista, adattando per il cinema la storia vera di Molly Bloom, la principessa del poker. Molly’s game è una storia vera, di quelle parecchio oltre l’ordinario, ed è un buon film, molto buono, ma che lascia l’amaro in bocca di chi aveva le carte in mano vincenti ma si è tirato fuori dalla partita. Diviso in tre archi temporali differenti, Molly’s game parte con il botto, spumeggiante e ritmato, tanto nelle sequenze quanto nella calzante voice over. È la parte centrale del film a subire un rallentamento, più che di ritmo, il che non è di…

  • power rangers film 2017
    2017,  Avventurarsi,  Diventare eroi

    Power Rangers

    Una vera e propria operazione nostalgia quella che ha riportato i Power Rangers al cinema, per accattivare e conquistare i ragazzi di oggi, così come quelli di ieri (tra cui il sottoscritto) lo erano stati negli anni 90 da bambini. Ma questo non è un film sui Power Rangers! È un film sulle loro origini. I difensori del bene entrano in azione, infatti, solo nel finale, circa nell’ultima mezz’ora. Finale peraltro deludente, per la mancanza di un’azione davvero spettacolare, una regia e una fotografia in grado di non farli sembrare solo dei robottoni giganti. Il pubblico di oggi è abituato visivamente a ben oltre, mentre narrativamente, in aggiunta alla mancanza…

  • baby driver film pills of movies recensione
    2017,  Avventurarsi,  Il caricatore,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    Baby driver – Il genio della fuga

    La musica scorre costantemente nelle sue orecchie e gli occhiali da sole sono sempre a portata di mano. Baby è silenzioso, imperscrutabile e giovanissimo. Ma dopo una rapina è lui l’asso del volante, l’assolo di chitarra vibrante, virtuoso, veloce. Baby driver di Edgar Wright è una delle sorprese tra i film del 2017, consueto nel soggetto ma originale nel modo di svilupparlo. Il sonoro è orchestrato a orologeria e la musica ricopre letteralmente tutto il film, da una canzona all’altra, in una playlist che non si adegua alla regia, ma che la influenza e determina addirittura le scelte dei personaggi. Baby non può sgommare senza la canzone giusta. La scena d’inseguimento iniziale…

  • i tonya recensione
    2017,  Ridere,  Riflettere,  Sorprendersi

    I Tonya

    Un salto triplo a suon di rock, un colpo in faccia allo spettatore, una giravolta di emozioni. I Tonya è il biopic di Tonya Harding, storia vera della prima pattinatrice americana a eseguire il triplo axel e personaggio mediatico controverso e chiacchierato. Il film è raccontato dai protagonisti stessi che, come in un mockumentary, si rivolgono allo spettatore. Gillespie gioca così con i punti di vista e il dubbio sulla verità di ciò che raccontano. La storia è grottesca, assurda tanto da far ridere, ma allo stesso tempo stranire, stupire e commuoversi. Tonya è l’anti eroe per eccellenza, sregolata e orgogliosa di affermare la sua diversità dalle altre pattinatrici, dalla falsità delle…

  • suburbicon film recensione
    2017,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    Suburbicon

    L’idilliaca America delle case a schiera e la famiglia perfetta durante il boom economico, in un quartiere ordinato e sereno. Un ameno quadretto, rovesciato e sporcato da Suburbicon, film di George Clooney scritto dai fratelli Coen. Il film è un puzzle in cui, un pezzo dopo l’altro, gli eventi si susseguono a cascata, ribaltando le apparenze e susseguendo una sorpresa dopo l’altra. Il tutto pervaso (ovviamente) da un venato umorismo nero, quasi da black comedy, in cui si riconosce il tratto distintivo dei Coen. Non solo intrattenimento, ma anche più di qualche messaggio sotteso, giocato sul tema dello sguardo. Guardiamo soventemente gli altri e non quello che succede in casa nostra, giudicando e…

  • Il filo nascosto - recensione - film
    2017,  Innamorarsi,  Riflettere,  Sorprendersi

    Il filo nascosto

    Il filo nascosto è l’ultima opera di Paul Thomas Anderson e l’ultima interpretazione della carriera di Daniel Day-Lewis. La storia è quella di Reynolds Woodcock, sarto perfezionista e talentuoso, ma anche uomo anaffettivo, incapace di amare e di tessere relazioni amorose. Un ritratto umano e una storia d’amore sono le stoffe che vestono la trama, ma il filo nascosto del film è troppo nascosto e non buca mai il tessuto. Almeno fino al finale, quell’ultimo ricamo senz’altro spiazzante, netto e preciso, che impone allo spettatore di chiedersi una spiegazione del film. A rendersi difetto è per lunghi tratti la mancanza di conflitto e di una narrazione vera e propria, in favore…

  • La forma dell'acqua - the shape of water recensione
    2017,  Fantasticare,  Innamorarsi,  Riflettere,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    La forma dell’acqua – The shape of water

    La forma dell’acqua – The shape of water di Guillermo Del Toro è un film gotico, che stringe i suoi tentacoli sulla fiaba de La bella e la bestia, amalgamando però romanticismo e fantasy ad atmosfere inquietanti ed episodi macabri. È la Guerra Fredda e in un laboratorio americano viene imprigionata una strana creatura marina, su cui vengono espletate violenze ed esperimenti. Sarà una donna delle pulizie, affetta da mutismo, a trovare il modo di comunicare con lui. La forma dell’acqua è un film tenebroso e colto, dai continui rimandi poetici, epici e biblici, con venature d’umorismo pirandelliano. È infatti l’anziano coinquilino della protagonista, omosessuale emarginato e artista incompreso, a…

  • Tre manifesti a Ebbing Missouri recensione film
    2017,  Investigare,  Riflettere,  Sorprendersi,  Tendere i nervi

    Tre manifesti a Ebbing Missouri

    “La rabbia genera altra rabbia”. Frase estemporanea ma epifanica, proferita da una giovane con le labbra ancora sporche di latte, come si suol dire. Eppure è l’essenza del film. Un film, Tre manifesti a Ebbing Missouri, dalla matrice potente, pulsante, vivida. Personaggi arrabbiati, frustrati, delusi e depressi intrecciano le loro vite a Ebbing, i cui impulsi vengono esplosi dai tre manifesti di Mildred, affissi per denunciare l’omicidio della figlia, ancora senza colpevole. Assimilabile allo stile dei fratelli Coen per la scelta degli attori e alcune scene d’umorismo nero, il film è in realtà molto tragico e intimista. Gli spunti umoristici giocano infatti più che altro sul contrasto tra elementi fortemente…

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency